engita




Due Diligence
Una società petrolifera internazionale aveva preso in considerazione la possibilità di stabilire un accordo commerciale con un produttore di petrolio e gas con sede nelle Filippine ma supponeva che la società oggetto della trattativa aveva connessioni con esponenti locali politicamente esposti e che queste relazioni avrebbero potuto favorire la società nell’ottenere la concessione per l’estrazione del petrolio. Per ottemperare alle regole della Foreign Corruption Practices Act era necessario condurre un’approfondita due diligence per accertare i potenziali rischi connessi con l’operazione.
Sono state condotte un’analisi sistematica di tutta la documentazione pubblica disponibile ed interviste riservate con le fonti locali sulla società oggetto dell’operazione e sui suoi principali esponenti.
È emerso che il management della società petrolifera Filippina era composto da esponenti di elevata esperienza provenienti dal settore pubblico dell’energia che continuavano ad esercitare una significativa influenza politica. Gli azionisti della società nelle Filippine erano nascosti dietro nominativi e strutture offshore ma la loro identità è stata scoperta attraverso interviste riservate con le fonti presso il settore locale dell’energia. È infatti emerso che gli azionisti finali erano precedenti esponenti del governo locale e che la loro influenza politica rendeva possibile per la società di ottenere la concessione. Il rischio connesso con la società obiettivo dell’accordo è stato così individuato.
Competitor Intelligence
Una compagnia inglese operante nel settore dell’information Technology era interessata all’acquisizione di uno dei tre più importanti competitori ma non era in grado di mettere in campo la giusta strategia non avendo un’approfondita conoscenza del settore IT italiano e, nello specifico, delle tre società di suo interesse. Inoltre, il cliente aveva dei sospetti circa la possibilità che uno dei tre suddetti operatori potesse avere delle connessioni con la criminalità organizzata ma non era in grado di verificare la fondatezza di queste voci.
È stato condotto un lavoro basato sull’analisi della situazione finanziaria, dei modelli di business, degli investimenti, del marketing e delle strategie di prodotto per ciascuna delle tre società attraverso una sistematica ricerca, analisi e controllo incrociato di tutte le informazioni pubblicamente disponibili, il tutto supportato da interviste riservate condotte con esperti locali del settore in oggetto.
Il risultato del lavoro è stato l’identificazione di uno dei tre competitors come potenziale oggetto dell’acquisizione.
Litigation Support
Un operatore olandese nel settore della grafica e della stampa aveva fondati sospetti che un suo precedente dipendente, un ingegnere che aveva lavorato per la società per più di 20 anni e che recentemente si era dimesso, aveva fornito ad un competitor delle informazioni aziendali ed altri dati interni strettamente confidenziali come, ad esempio, i nominativi di clienti e fornitori. Per fermare queste attività concorrenziali scorrette l’operatore olandese ha intrapreso un procedimento legale contro il competitor ed il suo precedente dipendente ma non aveva sufficienti elementi di riscontro per sostenere la causa legale.
L’attività investigative espletata è consistita nella raccolta di elementi sia fattuali che testimoniali a supporto della causa legale intentata dal cliente, incluse attività di sorveglianza e di identificazione di testimoni.
Il cliente è stato in grado di sostenere con elementi fattuali la sua causa intentata . Sono state bloccate le attività di competizione sleale in corso da parte del competitor ed il cliente ha ricevuto un indennizzo per i danni subiti.